US Catanzaro, il ds Logiudice sui calendari: ''Inizio del torneo stimolante''

Sport Calcio
Grafica
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

CATANZARO - La lunga attesa è finita. Finalmente si parte. Con il varo dei calendari, anche il campionato di Serie C può adesso cominciare. Il debutto per i giallorossi di mister Auteri è fissato per il 19 settembre al “Ceravolo”  (anche se potrebbe essere anticipato a domenica 16),

per quello che è stato definito il big match di giornata: Catanzaro – Potenza. “Un inizio stimolante – ha affermato il ds Pasquale Logiudice – che ci mette subito di fronte a una squadra che ha fatto un buon mercato. Poi due derby, con Rende e Vibonese, che nascondono sempre delle insidie e, quindi, la trasferta con una delle grandi favorite di questo torneo, la Casertana. Tuttavia – ha proseguito –  al di là di ogni commento, la cosa fondamentale è per noi giocare, mettendo in pratica il lavoro svolto in due mesi di preparazione. Siamo consapevoli di avere una rosa che può ben figurare e competere con tutte le altre del girone”. Per il direttore sportivo delle Aquile “non siamo certo noi la squadra da battere in questo campionato. Vorrei ricordare a tutti che abbiamo dovuto operare una vera e propria ricostruzione, tassello dopo tassello, mentre altri partivano già da una solida base.

Un lavoro certosino che, sono sicuro, con l’impegno dimostrato da tutti i calciatori potrà colmare il gap con le altre compagini dandoci delle belle soddisfazioni sin da subito anche se, mi piace sottolinearlo,  il nostro è un progetto a più lungo termine”. Logiudice torna anche sulla chiusura del mercato. “C’è chi si aspettava la classica ciliegina sulla torna. Noi abbiamo fatto una scelta inversa. Il botto di mercato è arrivato all’inizio, non alla fine, quando abbiamo affidato la conduzione tecnica di questa squadra a Gaetano Auteri, un allenatore – ha aggiunto – che non ha bisogno di presentazioni”. Infine una considerazione sulla rovente estate vissuta tra ripescaggi mancati e rinvii continui del campionato: “Credo che tutto sia addebitabile alla grande confusione che ingenera chi non ha nulla a che fare con il calcio giocato. Prevalgono spesso diverse esigenze rispetto a quelle di chi vive in prima persona il mondo del pallone e questo crea rilevanti danni di immagine a tutto il movimento”.

www.oggisud.it
Cronaca, Notizie, Inchieste, Sport, Spettacolo, Cultura, WebRadio
Tel.: 0961.1956531 Mobile: 391.4748524
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via de Gasperi, 11 88100 Catanzaro