seguici: 

Presentata la XIII edizione della Regata delle Torri Saracene. La Calabria in vetrina, con la tappa di Vibo Valentia

Altri Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sport, natura, storia, turismo: questi gli ingredienti salienti pronti a caratterizzare la XIII edizione della Regata delle Torri Saracene, i cui punti organizzativi sono stati illustrati durante una conferenza stampa svoltasi a Napoli nella sede dell’Accademia dell’Alto Mare creata al Molosiglio dalla Sezione Velica di Napoli della Marina Militare e dalla Sezione di Napoli della LNI,

ed alla quale hanno partecipato, tra gli altri, Mario Muscari Tomajoli, presidente  della Regata delle Torri Saracene; Mario Berardocco, presidente della Sezione Velica; Alfredo Vaglieco, presidente della LNI di Napoli; Giuseppe Di Monica, Direttore Sportivo della Sezione Velica CF; Francesco Lo Schiavo, presidente della V Zona FIV, Fabrizio Gagliardi, presidente  dell’Unione Vela d’Altura e Antonio Gagliardo, delegato regionale LNI.

Il presidente Mario Muscari Tomajoli ha evidenziato, oltre ai meri aspetti organizzativi/programmatici della Regata, la forza, la valenza e la tradizione che la Regata stessa rappresenta per il Sud Italia. Una Regata, quella delle Torri Saraceni, che ogni anno punta al suo continuo sviluppo, fondendo un vincente mix di eventi sportivi, turistici e culturali pronti a ruotare intorno alla magia della vela.

Il programma

Sono giorni di fermento per i regatanti, alla prese con gli ultimi controlli delle imbarcazioni. Nulla è lasciato al caso. Il tutto finalizzato ad affrontare le acque del Mar Tirreno nelle migliori condizioni tecniche possibili.

La XIII edizione della Regata delle Torri Saracene si snoda in quattro regate, tutte inserite nel calendario nazionale Vela d’Altura della Federvela.

Si parte il primo giugno, con la tappa Napoli- Castellamare di Stabia, alla quale seguirà la gara più importante, valevole per il campionato italiano Offshore, da Castellamare di Stabia a Marina di Camerota. Le vele solcheranno per circa 90 miglia i suggestivi Golfi di Napoli, Salerno e Policastro.

Sabato nove, i regatanti torneranno al timone, scegliendo di tornare a Castellamare di Stabia oppure procedere in direzione del Golfo di Sant’Eufemia, verso Vibo Valentia, con la Marsili Race, che porterà i partecipanti alla Cyclops Route, regata successiva del campionato italiano organizzata dalla CV Santa Venere di Vibo Valentia.

C'è un nuovo modo di asciugare e stirare
Puoi comodamente provarla a casa tua per 14 giorni e se non sei soddisfatto ti rimborsiamo completamente! Tel. 334.9573706