La vela d’altura solca la Calabria con il ''Marsili Race''. [Video]

Altri Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

La storica tradizione della vela, i suggestivi paesaggi marini della Calabria: questo il mix vincente che ha contraddistinto la II edizione della regata “Marsili Race”, vinta da Enrico Calvi su Duffy( Dufour 34, LNI Pozzuoli).

Calvi ha coperto le 74 miglia nautiche che dividono Marina di Camerota a Gizzeria Lido in dieci ore e 37 minuti.

La regata del “Marsili Race” era inserita nell’ampio programma velico della Regata delle Torri Saracene, che quest’anno, con la XIII edizione, ha confermato la sua grande valenza progettuale concentrata sia sull’aspetto prettamente agonistico/sportivo sia su quello riservato alla valorizzazione delle bellezze paesaggistiche che si affacciano lungo il tratto della costa tirrenica che va dal golfo di Napoli fino a Vibo Valentia.

Il successo organizzativo della Regata delle Torri Saracene ha anche evidenziato come il fascino della vela d’altura sia sempre in crescendo tra gli appassionati regatanti, ma anche tra chi segue il mondo della vela in maniera non prettamente agonistica ma semplicemente attirato dalle suggestive figure delle imbarcazioni e su tutto ciò che ruota intorno alle tecniche di navigazione.

La Regata delle Torri Saracene – sottolinea ad Oggisud Mario Muscari Tomajoli, presidente dell’ASD Regata Torri Saracene- resta un grande appuntamento velico, che ogni anno punta a conquistare una dimensione strutturale sempre più qualificata, oltre a mettere in risalto le qualità tecniche dei regatanti, bravi a  fronteggiare anche situazioni di vento inaspettati, e come presidente non posso che esprimere la mia soddisfazione sul fatto che la regata unisce due splendide regioni, ricche di storia, bellezza e natura: la Campania e la Calabria”.

La cerimonia di chiusura della Regata delle Torri Saracene è in programma il prossimo 30 giugno nei locali della Base Nautica della RTS, presso il CV di Castellamare di Stabia.