Transparent
10
Ven, Apr
0 New Articles

Catanzaro, dopo il mercato il Lecce e Money Gate

Calcio
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La chiusura della sessione invernale del calcio mercato, consegna un Catanzaro rinforzato nei ruoli in cui la compagine allenata da Davide Dionigi aveva palesato evidenti carenze. In giallorosso sono approdati il centrale Cason, i terzini De Giorgi e Sepe, i quali si sono subito fatti apprezzare dai supporter giallorossi, il talentuoso centrocampista gambiano Badjie e gli attaccanti Corado (l’argentino ha esordito, seppure per pochi minuti, domenica scorsa contro il Bisceglie ben figurando) e Valotti.

Quest’ultimo è arrivato nell’ operazione che ha portato alla cessione di Anastasi al Francavilla.

Il brevilineo Valotti, 22 anni, potrà tornare utile nello scacchiere di Dionigi, grazie alla sua velocità ed al dribbling stretto e soprattutto alla sua voglia di rimettersi in gioco, dopo un periodo certamente poco esaltante che ha fatto da contraltare al promettente avvio di carriera segnato con la maglia del Brescia.

Hanno salutato il Catanzaro Marchetti, Icardi, Benedetti, Anastasi, Lukanovic.

Messo da parte il mercato, adesso le attenzioni sono rivolte alla sfida (inizio match fissato alle ore 14,30) che aspetta al Catanzaro, rinfrancato dal successo interno ottenuto contro il Bisceglie, nella tana della capolista Lecce.

Partita sulla carta proibitiva, ma le Aquile, decise a raggiungere il traguardo della salvezza in tempi brevi, proveranno ugualmente a fare lo sgambetto alla quotata compagine salentina, determinata più che mai a conquistare la promozione diretta in serie B.  

Sullo sfondo, intanto, si staglia nuovamente la vicenda del processo del’inchiesta Money Gate: martedì 13 febbraio è in agenda, infatti, l’udienza d’Appello, che ha visto imputate nel primo grado di giudizio le società del Catanzaro e l’Avellino, entrambe assolte dall’accusa mossa della Procura e relativa ad una presunta combine messa in atto dalle due società nella partita giocata al “Nicola Ceravolo” lo scorso 5 maggio del 2013 lo scorso e finalizzata a favorire la promozione della formazione irpina in serie B.

Sulla prossima sentenza della Corte Federale, si respira in casa Catanzaro moderato ottimismo, ma nulla sarà lasciato al caso e l’attenzione sarà massima da parte del collegio difensivo formato dagli avvocati Sabrina Rondinelli, Giancarlo Pittelli e Nicola Cantafora.