Transparent
10
Ven, Apr
0 New Articles

Serie C, il Catanzaro blocca la vicecapolista Bari sull'1-1

Calcio
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

CATANZARO – Termina 1-1 il posticipo serale della trentesima giornata tra Catanzaro e Bari, ultimo incontro prima della sospensione dei campionati causa Coronavirus. Le aquile pongono fine alla serie di tre sconfitte consecutive con un punto e tornano al gol dopo 357 minuti.

A segnare è stato Kanoute che si sblocca e va a sei gol in campionato. Mister Auteri deve fare a meno di capitan Corapi. Davanti a Bleve ci sono Riggio, Atanasov e Martinelli; Celiento e Contessa sugli esterni con De Risio e Iuliano in mezzo; Kanoute, Di Piazza e Tulli davanti. Il tecnico Vivarini risponde con Frattali; Ciofani, Perrotta, Sabbione e Costa in difesa; il grande ex Maita, Bianco e Schiavone in mezzo; Laribi a supporto di Antenucci e Simeri davanti. Dopo 30 secondi incredibile svarione di Riggio che lancia Antenucci verso la porta di Bleve e l’attaccante non perdona portando avanti subito gli ospiti. Al 3’ Bianco svetta su corner, mandando alto. Il centrocampista era tutto solo. Ancora Bari al 10’ con un tentativo di Laribi da fuori area che termina sopra la traversa. Bleve non ha molte difficoltà a bloccare una conclusione di Simeri al 19’. Tre minuti dopo Maita sfiora il gol dell’ex con un sinistro di poco a lato. Al 40’ ci prova Martinelli dalla lunga distanza con Frattali che blocca. In chiusura di tempo è Kanoute, in velocità, a calciare alto. Finiscono 0-1 i 45 minuti iniziali.

In avvio di ripresa il neo entrato Bianchimano spreca una grande chance venendo murato da Frattali. Al 51’ cross di Statella (entrato per Tulli) per Bianchimano che impegna Frattali. Un minuto dopo traversone di Contessa per Kanoute che batte il portiere biancorosso di testa. Il franco senegalese non segnava dal 27 ottobre con il Rende e realizza il suo sesto gol. La reazione del Bari è in un tentativo di Simeri a lato. Bleve blocca il tiro di Antenucci. Pericolosi gli ospiti con Laribi che, però, calcia centralmente al 59’. Venti minuti dopo ci prova Giannone – subentrato – con un mancino dalla lunga distanza che si perde a lato. All’85’ ci prova un altro entrato nella ripresa, Urso con un destro dal limite di poco fuori. Finisce qui dopo quattro minuti di recupero. Le aquile mantengono il settimo posto andando a 43 punti.