Transparent
07
Dom, Giu
0 New Articles

Rivas gol, Carlini palo: il derby lo vince la Reggina

Calcio
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

CATANZARO – Il derby se lo aggiudica la Reggina per 0-1 con un gol al 61’ di Rivas. Gara condizionata dal forte vento con il Catanzaro che ha giocato la seconda frazione controvento. Seconda sconfitta consecutiva per i giallorossi senza segnare.

La sintesi dell’incontro sta nel gol dell’11 Reggino e sull’azione fotocopia al 90’ nel palo di Carlini a porta vuota. Un legno per gara contro gli amaranto. Mister Auteri deve rinunciare agli infortunati Atanasov e Tulli. Davanti a Bleve ci sono Celiento, Riggio e Martinelli; Casoli e Contessa esterno con Corapi e De Risio in mezzo; Giannone, Bianchimano e Kanoute davanti. Solo panchina per Di Piazza. Risponde il tecnico Toscano con Guarna fra i pali; Blondett, Bertoncini e Rossi in difesa; Garufo e Rubin sulle fasce; Sounas e De Rose in mediana; Rivas a supporto del terribile duo Denis-Reginaldo. Al 13’ la prima occasione con Kanoute che verticalizza per Bianchimano; il sinistro del centravanti è deviato in corner. Partita combattuta pallone su pallone. Fiaccano le chance da rete. Al 34’ una conclusione dalla lunga distanza di Giannone termina a lato. Due minuti dopo Contessa per Giannone, sinistro dal limite alto. Al 41’ angolo dalla sinistra di Corapi, girata a lato di Martinelli. Percussione di Kanoute sull’out mancino, il franco senegalese entra in area, converge ma tira debolmente e Guarna para in due tempi. Finisce il primo tempo dopo un minuto di recupero.

In avvio di ripresa ci prova Bianchimano con un mancino da fuori area che si perde sopra la traversa. Il primo tiro in porta degli ospiti arriva al 58’ con una conclusione di Reginaldo respinta da Bleve. Al 61’ la Reggina passa avanti con Rivas che tutto solo appoggia in rete un cross del neoentrato Doumbia. All’80’ Garufo sfiora l’eurogol con un destro dai 40 metri che dà solo l’illusione del gol. All’85’ punizione di Corapi per Giannone che, di testa, gira fuori. Al 90’ cross di Celiento e Carlini da 1 metro colpisce il palo di testa a porta vuota. Sfortunato il Catanzaro. Finisce dopo quattro minuti di recupero.  Catanzaro che rimane a 42 e conserva un sesto posto ora preso sempre più di mira. La Reggina, grazie anche al pari tra Ternana e Bari, è sempre più vicina alla promozione in B.