Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

Bocce, esordio casalingo per Rende in Serie A

Bocce
Grafica

RENDE - La nuova stagione agonistica 2019 - 2020 dell’alto livello è ormai alle porte e con il varo dei calendari di Serie A si respira già aria di grande Raffa. Scalda quindi i motori la Città di Rende, l’ambiziosa matricola vincitrice dell’ultimo campionato di Serie A2,

che è stata inserita nel Girone 2 con Fashion Cattel Monastier Treviso, Boville Marino Roma, Fontespina Civitanova Marche, Nuova Inox Moscianese (prov. Teramo), Montegranaro (Fermo), Aper (Perugia) e Montesanto (Potenza Picena, Macerata). Dunque, a parte quella lunga di Treviso, in arrivo trasferte di media percorrenza per la squadra del presidente Daniele Salerno e del tecnico Gianluca Cristiano che non vede l’ora di potersi misurare con le autorevoli avversarie del suo girone. La prima giornata di campionato è in programma sabato 12 ottobre 2019. Quattordici le giornate: la fase di andata si concluderà sabato 30 novembre, il ritorno sabato 29 febbraio. La Città di Rende esordirà in casa contro Montesanto (completano la prima giornata Mosciano – Boville, Fashion Cattel – Montespina e Aper – Montegranaro) e sette giorni dopo sarà a Marino (RM) ospite della Boville. Il 26 ottobre si torna a casa per affrontare i marchigiani di Fontespina per poi affrontare (il 9 novembre) la trasferta più lunga e, sulla carta impegnativa, in casa della Fashion Cattel Treviso. Poi due gare casalinghe consecutive: il 16 novembre contro Nuova Inox Mosciano e il 23 novembre contro Montegranaro. La trasferta di Perugia, in casa dell’Aper, chiuderà il girone di andata il 30 novembre. «Per quanto riguarda la percorrenza il sorteggio è abbastanza agevole, ma comunque con squadre ben attrezzate e sicuramente di livello superiore rispetto al campionato appena disputato – dichiara il tecnico Cristiano -. Le date ravvicinate ci dovrebbero permettere di ritrovare sin da subito una condizione tale per dare il massimo impegno a tutti gli incontri». Poi sui disegni della società: «La volontà del presidente Salerno, condivisa dallo staff tecnico, è stata quella di inserire nuovi ragazzi emergenti (Bianco, Spadafora, Veloce, ndr) nella rosa. Forse all'inizio non sarà facile contrastare i vari Savoretti, D'Alterio, Palma, Nanni, Di Nicola, Dari, Angrilli e molti altri, che da tempo calcano i primi posti nelle classifiche di alto livello, ma siamo sicuri che potremo giocarcela con tutti».