Bocce, Caraffa domina a Pizzo, la Vibonese vince e convince

Bocce
Grafica

CATANZARO - Il sesto turno di Campionato Interprovinciale specialità “volo” si apre con una sfida avvincente segnata dalle tante emozioni, quella tra la società bocciofila Pizzo contro Caraffa, la capolista infatti, dopo cinque vittorie consecutive cade per la prima volta

in casa battuta sul risultato di 4 a 2. La società Caraffa capitanata dell’esperto Raffaele Brutto è ben messa in campo dal tecnico Iania, sembra prendere il largo già dalle prime fasi di gioco mettendo in seria difficoltà il collettivo napitino che non concretizza e gli ospiti incalzano espugnando il campo della blasonata Pizzo.Ritorna al successo in campionato dopo la sconfitta nello scorso turno, Ciaramidu, che in casa propria alza prepotentemente le marce dilatando ulteriormente il gap con un pesante 5 a 1 contro il Cortale. Per quest’ultimi arriva invece il quinto KO consecutivo. Successo importante quello di Pianopoli, gara che ha permesso alla formazione di ribadire i progressi delle ultime settimane. Il Pianopoli, infatti, allunga di 3 punti la sua scalata e vince contro un Decollatura troppo spento che alza bandiera bianca sul 5 a 1. Gara quasi sempre molto equilibrata tra Postararu e Lamezia Bocce, nel finale però, i padroni di casa non riescono più a reggere i ritmi della formazione lametina che dilaga e vince nettamente per 4 a 2. La penultima giornata di andatadel girone A vede la capolista Pizzo con 15 puntie conserva ancora il vantaggio di due punti sulla seconda in classifica Caraffa, la quale, continua a mostrare una forte solidità di squadra e tanta brama di vittoria. Del terzo posto deve accontentarsi Ciaramidu che rimane ferma a quota 12 punti, causa la passata sconfitta nello scontro diretto contro Caraffa. Seguono Pianopoli a 9 punti e Lamezia bocce in risalita a 8. A 6 punti troviamo Decollatura e Postararu e ultimo ancora al palo a 1 punto il Cortale.

Nel girone B vince e convince la Vibonese che rifila un pesante 4 a 2 ai danni della Santa Lucia, punti per quest’ultimi indispendabili ai fini della classifica. Sulle proprie corsie la Vibonese si prende lentamente la scena, complice anchel’ottima prestazione di squadra e un abile Rosario Pardea che in coppia rosicchia punti indispensabili agli avversari. La reazione dei catanzaresi non si fa attendere ma manca della spinta necessaria per rimontare. Finisce sul pareggio la sfida tra Malaspina e Cardinale. Delude la formazione biancoverde che viene bloccata sul pari 3 a 3 dagli uomini di Cardinale, i quali, a loro volta, non riescono a bucare la coriacea difesa dei padroni di casa e si devono accontentare del pareggio. Stesso risultato tra Adami e Folgore. La sfida che sulla carta sembrava piuttosto abbordabile per la Folgore si è rivelata più insidiosa del previsto, Adami infatti nel match casalingo ha dato del filo da torcere ai suoi avversari, in un continuo sorpasso e contro sorpasso da entrambe le parti che sul finale non basta a sancire un vincitore. Veleggia sicura verso Soverato l’Aurora che mantiene la vetta della classifica e vince in scioltezza contro Carreaux per 6 a 0. In classifica dunque, ritorna in prima posizione l’Aurora con 14 punti, inseguita subito dopo dalla Santa Lucia ferma a quota 12, Folgore spreca l’occasione di vittoria necessaria per il sorpasso e rimane ferma al terzo posto con 11 punti, seguono Vibonese e Cardinale a 8 punti. Suona il campanello d’allarme in casa della Malaspina che non trova più la vittoria e raggiunge i 7 punti scivolando in terz’ultima posizione. Bloccato invece in penultima posizione Adami a quota 5 punti. Carreaux ancora a 0 punti con un’ennesima sconfitta che fa male e che li lascia nei bassifondi della graduatoria.Appuntamento alla prossima settimana per fare il punto sulla settima e ultima giornata del girone di andata del Campionato Interprovinciale.