Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

Svolta a Vibo la XI Edizione del Torneo Judo citta' di Lamezia Terme

Altri Sport
Grafica

VIBO VALENTIA - Anche l’undicesima edizione del “Torneo Judo Città di Lamezia Terme” è stata costretta ad andare fuori i confini cittadini a causa della mancanza di disponibilità di strutture sportive nella cittá della Piana,

“emigrando” a Vibo Valentia. Nonostante le enormi difficoltà per il trasporto di tutto l'occorrente per l'allestimento del campo di gara, infatti, lo staff dell’Asd Accademia arti marziali Lamezia 1974, guidata dal maestro Enzo Failla, è riuscito ad organizzare una manifestazione che ha registrato la partecipazione di oltre 400 atleti provenienti, oltre che dalla Calabria, anche dalla Sicilia e dalla Puglia.

La realizzazione della kermesse sportiva, che per il secondo anno consecutivo si è svolta fuori dal comprensorio lametino diventando ormai una classica per le classi dei pre agonisti e per gli agonisti dai 14 ai 17 anni, è stata possibile grazie alla disponibilità e all'attenzione del presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, che ha messo a disposizione il Palazzetto dello sport provinciale "Palamaiata".

E quella vibonese, è stata una giornata all’insegna dello sport organizzata anche grazie all'apporto del grande team operativo del maestro Failla, dai genitori degli atleti e da tutti i dirigenti che compongono una vera e propria famiglia marziale, nel corso della quale l’As accademia arti marziali Lamezia 1974, diretta dallo stesso Failla coadiuvato dall’insegnante tecnico Enzo Torcasio, ha avuto una brillante prestazione conquistando molti primi posti, salendo sul podio più volte anche con prestigiose medaglie d'argento e di bronzo ed ottenendo un ottimo terzo posto in classifica generale finale, dietro la società “Hydra sport Villabate” e “Kodokan Mangiarano Cosenza” (prima classificata).

Particolarmente soddisfatto per questo ennesimo risultato, il maestro Failla ha evidenziato “lo svolgimento di una gara fluida e senza incidenti con un folto numero di sostenitori al seguito delle squadre”.