seguici: 

Oliverio: ''Attività Russo come assessore ha registrato unanimi apprezzamenti''

Politica Calabria
Personalizza

CATANZARO - "La nomina a vicepresidente di Francesco Russo non e' una semplice o ordinaria sostituzione. L'attivita' svolta dal professore Russo in qualita' di assessore ha registrato unanimi apprezzamenti non solo in Calabria ma anche oltre i confini regionali".

Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, commentando il varo della nuova Giunta. "Si stanno rivelando sempre piu' significative ed efficaci, per la crescita e la ripresa economica e sociale della Calabria - e' detto in un comunicato - l'approvazione del Piano regionale dei Trasporti e l'istituzione della Zona Economica Speciale nelle aree dell'autorita' portuale di Gioia Tauro. Erano questi gli strumenti prioritari e strategici attraverso i quali il Presidente della Regione, fin dal momento del suo insediamento, ha inteso perseguire l'obiettivo di rendere la Calabria meno periferica e marginale ed, al tempo stesso, piu' attrattiva ed autopropulsiva". "Ho inteso compiere questa scelta - ha aggiunto Oliverio - per dare maggiore impulso alla nostra azione di governo affinche', a compimento del mandato elettorale conferitomi, i cittadini possano toccare con mano il mutamento della condizione in cui versa la Calabria. Vogliamo dimostrare, che nonostante le macerie ereditate stiamo lavorando con successo per restituire alla nostra terra il diritto ad avere speranza e fiducia verso il futuro. I primi timidi segnali di ripresa si vanno gia' registrando. Dopo oltre un decennio compare il segno positivo davanti ad alcuni indicatori economici. Questa prima inversione di tendenza non puo' essere ritenuta, pero', ancora soddisfacente. Siamo impegnati a fare ancora di piu' e meglio e a dare una forte accelerazione per determinare il miglioramento della condizione di vita dei calabresi e per l'affermazione di una positiva reputazione della Calabria". "Anche la scelta delle tre donne in Giunta - ha detto ancora Oliverio - non e' casuale. Ho inteso dare fiducia ed investire su un esecutivo di governo a maggioranza femminile. Ritengo che la nostra Giunta regionale sia l'unica in Italia ad essere colorata prevalentemente di rosa. Anche in un organo di governo, l'impegno delle donne e' garanzia di innovazione ed operativita'. Le scelte fatte sono di una effettiva rappresentanza territoriale ed espressione di sperimentate competenze ed esperienze tecniche, professionali ed amministrative". Il primo atto che sara' chiamata a compiere la nuova Giunta regionale - ha concluso Oliverio - sara' quella di un profondo riordino organizzativo e della macchina amministrativa. Saranno azzerati gli attuali incarichi di tutte le strutture speciali, si provvedera' ad operare un'ampia rotazione nella dirigenza dei dipartimenti e dei settori, a definire un riassetto degli Enti subregionali e a portare a compimento la definitiva liquidazione delle Aziende soppresse".