Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

Accordo Ue-Italia sulla manovra, nessuna sanzione

Politica Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

ROMA - La Commissione Ue ha deciso di non avviare la procedura per debito eccessivo nei confronti dell'Italia, in attesa di ulteriori verifiche da compiere nelle prossime settimane per tornare poi a fare il punto della situazione a gennaio una volta che la legge di bilancio sarà stata approvata dal Parlamento.

Ed è già pronto l'emendamento alla manovra che recepisce l'esito della trattativa con l'Ue. Il governo presenterà le modifiche sui saldi, che prevedono la riduzione dei fondi per reddito di cittadinanza e pensioni, in commissione Bilancio subito dopo l'intervento del premier Giuseppe Conte in Senato previsto oggi.

Secondo il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis, "la soluzione sul tavolo non è ideale, non dà una soluzione a lungo termine per i problemi economici italiani, ma ci consente di evitare per ora di aprire una procedura per debito, posto che le misure negoziate siano attuate pienamente".  "Le misure addizionali trovate dall'Italia - ha reso noto Dombrovskis - ammontano a 10,25 miliardi". 

A parlare di una vittoria del dialogo, è il commissario agli affari economici Pierre Moscovici. "È una vittoria del dialogo politico che la Commissione ha preferito rispetto allo scontro. Alcuni avevano auspicato una crisi, noi invece abbiamo sempre puntato a una soluzione".