Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

Reggio Calabria, il delegato alla sanità Misefari su donazione organi

Politica Calabria
Grafica

REGGIO CALABRIA - “Da Delegato alla Sanità per la nostra città e da ex operatore sanitario che per oltre dieci anni ha coordinato l’attività di trapianto, vorrei intervenire sul problema delle donazioni di organi in Calabria messo in evidenza sulla stampa dal Presidente regionale

dell’Associazione Nazionale Emodializzati,che, presentando i dati relativi alle donazioni di organi nel 2018, ha stigmatizzato il fatto che nel GOM di Reggio Calabria ci siano poche donazioni”. Scrive così il consigliere delegato dal sindaco Falcomatà alla sanità Valerio Misefari: “Una mera esposizione di numeri, senza un’analisi attenta, come rilevato dal Dr. Macheda, Direttore del Servizio di Anestesia e Rianimazione del GOM, non dà, ovviamente, contezza della reale situazione. Il fatto che su 92 pazienti con malattie encefaliche acute ben 72 sono ritornate a casa ci fa capire che il lavoro svolto dal Servizio di Rianimazione, finalizzato a salvare vite umane e, solo dopo un eventuale insuccesso, a procurare donatori, è stato veramente eccellente. Se delle 20 osservazioni solo due sono stati i donatori ,le motivazioni le ha chiarite puntualmente il Dr. Macheda”. “Certo i numeri sono pochi e, forse, si sarebbe potuto fare di più, ma le polemiche non servono” conclude Misefari. “Serve piuttosto una più stretta collaborazione tra tutti gli interessati, un potenziamento del Coordinamento Locale per le donazioni per come previsto da un decreto del Commissario alla Sanità e mai attuato nel GOM ed una maggiore sensibilizzazione dei cittadini verso il problema delle donazioni di organi. Una corretta informazione su questi argomenti contribuirà a far capire che donare - quando ci si trova nella condizione di morte cerebrale - è semplicemente un atto di amore verso chi soffre”.