Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

Aree degradate, inviati progetti esecutivi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Politica Calabria
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

CATANZARO - Sono state inviati alla Presidenza del Consiglio dei Ministeri i quindici progetti esecutivi che verranno realizzati con il finanziamento da 30 milioni di euro, di cui 17 milioni di parte pubblica, per il programma di riqualificazione delle aree degradate, denominato "Catanzaro sud: da periferia a nuova centralità".

"È un altro e consistente passo avanti verso la concreta attuazione di un nucleo di interventi che cambieranno in maniera radicale il volto dei quartieri Corvo, Pistoia, Aranceto e Fortuna", hanno sottolineato il sindaco Sergio Abramo e l'assessore ai lavori pubblici, Franco Longo, "ed è una risposta forte e chiara lanciata dall'amministrazione comunale nei confronti di chi pensava non ce la facessimo".

Le pratiche, elaborate dal settore gestione del territorio, diretto da Guido Bisceglia, sono state approvate nel corso di una riunione di giunta presieduta dal vicesindaco Ivan Cardamone, assistito dal segretario generale, Vincenzina Sica.

"Il potenziamento dei servizi e delle infrastrutture in quei quattro quartieri della zona sud del capoluogo è la base di questo ambizioso programma di interventi che il Comune realizzerà insieme ai privati", hanno aggiunto Abramo e Longo ringraziando il personale che ha portato avanti l'iter burocratico di un progetto che prevede sedici interventi: le ristrutturazioni della scuola di Pistoia, della scuola dell'infanzia, della scuola elementare e del centro sociale dell'Aranceto, del palazzetto dello sport del Corvo, la realizzazione di nuove rotatorie e la risistemazione delle strade nei quattro quartieri, la creazione di una serie di aree a verde attrezzato, l'installazione di un sistema di videosorveglianza, la riqualificazione e il ripristino estetico-funzionale del parco pubblico del Corvo (in collaborazione con Altrove), la realizzazione di un Centro servizi e diritti al cittadino (insieme all'associazione Arte di parte) e di un grande centro polivalente sportivo e socio-sanitario nel quartiere Corvo, che verrà realizzato con il contributo sostanziale dell'associazione Vivere insieme.

Abramo e Longo hanno proseguito: "Strade, aree a verde, tecnologie al servizio della sicurezza, le scuole e il PalaGallo, un centro servizi e un centro sociale, un nuovo e grandissimo centro polivalente a carattere sportivo e socio-sanitario, uno dei più grandi del meridione: la qualità della vita nei quartieri Corvo, Aranceto, Pistoia e Fortuna cambierà in maniera radicale e modificherà, in meglio, anche la vita dei residenti. È la risposta più concreta che l'amministrazione comunale, grazie anche alla fondamentale collaborazione dei privati, potesse dare a queste zone del capoluogo e a tutti i cittadini di Catanzaro".