Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio
17
Mer, Lug

Santa Caterina dello Jonio, presentazione del libro di Giusy Staropoli Calafati

Lo Scaffale
Grafica

SANTA CATERINA DELLO JONIO - Venerdì 12 luglio alle ore 19 la scrittrice Giusy Staropoli Calafati presenterà a Torre Sant'Antonio il suo libro dedicato all’esperienza di Riace “Il viaggio delle nuvole”. Il libro che ha ricevuto una menzione d’onore al concorso nazionale letterario

“Artisti per Peppino Impastato” svela la rotta di un viaggio i cui protagonisti sono i bambini, quelli che nel piccolo borgo di Riace arrivano con tutti i colori del mondo e alla fine dell’arcobaleno trovano la pentola d’oro. Un romanzo in cui a decidere la direzione delle cose è il vento. Il solo responsabile del viaggio, quando non te lo aspetti, quando spira d’un tratto e non te ne accorgi. Il vento di mare che il primo luglio del ’98 spinge un veliero fino tagliare le acque di Riace. Il mare da cui sono riemersi i Bronzi, i Santi Medici e da cui arriva la gente nuova che con nomi e facce diverse, come esseri umani, concede a se stessa e a Riace, una seconda possibilità. Un viaggio che porta sulle tracce di don Natale Bianchi, quelle del mugnaio Rocco Gatto ucciso dalla mafia. La strada di un sindaco curdo, Mimì, Mimmo Lucano, che nel mondo della repressione odierna, resiste, insiste accoglie e non respinge,perchè sa che rosso come il sangue è l’amore. La scrittrice Giusy Staropoli Calafati, presentata dalla giornalista Genny Pasquino, ripercorrerà il percorso di speranza che ha accompagnato le varie fasi del piccolo centro di Riace, di cui ha parlato tutto il mondo. L'incontro che si terrà all'ombra della bellissima Torre di Sant'Antonio è gratuito e rientra nel programma degli incontri letterari che il Resort organizza ogni venerdì aprendo la struttura alla visita anche da parte di ospiti esterni. Torre Sant’Antonio è una delle circa 50 Torri Saracene ancora in buono stato facente parte di un più ampio sistema difensivo della nostra costa di circa 350 costruzioni presente anche all’interno del famoso “Codice delle Meraviglie di Romano Carratelli”.