Transparent
10
Ven, Apr

Bonino, elezioni a Ostia e intesa pre-voto Pd-Mdp: questi alcuni degli argomenti trattati oggi da Andrea Orlando a Catanzaro

Approfondimenti
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

CATANZARO - Il ministro della Giustizia Andrea Orlando è presente oggi nell'Aula Giovanni Paolo II dell'Università Magna Graecia di Catanzaro per partecipare all'incontro "La giustizia in Italia: riforme e progetti".

Il ministro, leader della componente "Dems" del Pd, all'interno di questo incontro ha commento lo stato attuale della giustizia, della politica di sinistra e della politica in Italia.
"Un limite che mi pare di dover sottolineare", parlando tra i vari argomenti, delle elezioni ad Ostia, "é la partecipazione bassissima che deve preoccupare tutti. Significa - ha aggiunto - che c'é un crescente scollamento tra istituzioni e cittadini. Ritengo ci sia da riflettere seriamente su come riorganizzare e ricostruire le forze politiche. In quelle periferie, purtroppo, non ci sono più punti di riferimento e l'idea che fosse sufficiente una presenza mediatica per le forze politiche per lanciare messaggi alla società, si é rivelata assolutamente sbagliata".

Continua il ministro, stavolta commentando il comportamento di Articolo 1 - Mdp: "se Mdp vuol parlare dopo, sarebbe meglio cominciare a farlo adesso". Così Orlando commenta le parole di Pierluigi Bersani che ha chiuso a un'intesa pre-voto col Pd. "Pensare - ha aggiunto - di fare una campagna in cui ci si prende a male parole e dopo si costruisce un patto di azione non mi sembra particolarmente agevole". 

In conclusione all'intervento esprime solidarietà a Emma Bonino, riferendosi a quanti hanno paragonatola leader radicale al boss della mafia Totò Riina: "sento il dovere di esprimere solidarietà a Emma Bonino e con lei a tutti gli italiani che si sono battuti per realizzare la stagione di diritti civili di cui noi del Pd ci riteniamo eredi".