Tutto pronto per il ''IV° Memorial Vincenzo Lanciano'' a Catanzaro

Cultura e Spettacoli
Grafica
(Tempo di lettura: 3 - 6 minuti)

CATANZARO - Organizzato dal Convitto Nazionale "P. Galluppi" di Catanzaro, diretto dal corrente anno scolastico dalla dott.ssa Amelia Roberto, si svolgerà, mercoledì 16 maggio, a partire dalle ore 15.00, presso il campo sportivo "A. Curto" di Catanzaro lido, il "IV° Memorial Vincenzo Lanciano", quadrangolare di calcio.

Il torneo, ideato ed organizzato dall' educatore Carlo Astorino, dopo la prematura scomparsa , a causa di un incidente della strada, dell' ex convittore Vincenzo Lanciano, di cui a parte viene riportato un ricordo della sua breve e sfortunata esistenza, nato come triangolare di calcio tra i convitti della provincia di Catanzaro, cioè il Convitto Nazionale "P. Galluppi" di Catanzaro, l' Istituto Tecnico Agrario "V. Emanuele II°" (I. T. A.) di Catanzaro e l' Istituto Professionale di Stato Servizi per l' Enogastronomia e l' Ospitalità Alberghiera (I. P. S. S. E. O. A.) di Soverato dallo scorso anno vede anche la partecipazione dell' Istituto Tecnico Settore Tecnologico (I. T. S. T.) "E. Scalfaro" di Catanzaro, frequentato dal Lanciano durante i cinque anni di permanenza presso il convitto "P. Galluppi".
La manifestazione, vede il patrocinio del Comune di Catanzaro e dell'A. M. C. - S. p. A., Azienda per la mobilità della città di Catanzaro e la sponsorizzazione della GELATERIA ARTIGIANALE AMEDEO in Catanzaro e Soverato, dell' AGENZIA SCACCIA, della cooperativa sociale-onlus NUOVA CROCE AZZURRA e della NERO GRAFICA.
Così l' educatore Carlo Astorino: " "L'attenzione dimostrata, ancora una volta, verso questa mia idea dal Comune di Catanzaro, da associazioni, da privati e dalla stampa locale (televisione, carta stampata e giornali on line)" mi riempie di orgoglio e di responsabiità e dimostra la validità del progetto nato, come amo ripetere, come momento di incontro tra gli Istituti scolastici partecipanti, per consolidarne i rapporti di amicizia e di collaborazione, nel ricordo di un caro ragazzo, Vincenzo, che ci ha lasciati troppo presto e in un modo così tragico. Sento il bisogno di ringraziare vivamente, ancora una volta, i dirigenti scolastici dott.ssa Amelia Roberto (Convitto “Galluppi”), il prof. Giuseppe Fioresta (I. P. S. S. E. O. A.), il dott. Vito Sanzo (I. T. A.) e la dott.ssa Teresa Romano (I. T. S. T.), che, con la loro adesione alla mia iniziativa, hanno permesso che si potesse realizzare anche quest' anno il Memorial, tanto atteso dai ragazzi frequentanti i quattro istituti in gara. Inoltre i più sentiti ringraziamenti vanno anche al comune di Catanzaro , per la concessione del patrocinio, al Direttore generale dell' A. M. C. - S. p. A. dottor Filippo Pietropaolo, agli sponsor e a tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione della manifestazione".

Il programma prevede quattro incontri, della durata di 40 minuti, come di seguito:

A) ore 15.00: I. T. A. “V. Emanuele II°” - I. T. S. T. “Scalfaro”
B) ore 16.00: Convitto Nazionale “Galluppi” - I P. S. S. E. O. A.
C) ore 17.00: Finale 3° e 4° posto (perdente A – perdente B)
D) ore 18.00: Finale 1° e 2° posto (vincente A – vincente B)

La premiazione avverrà, martedì 29 maggio, alle ore 16.30, presso l'aula magna "A. Bonacci" del convitto "Galluppi". Durante la cerimonia verrà riprodotto un video con foto di Vincenzo e vi saranno vari intermezzi musicali a cura della prof.ssa Paola Arino (pianoforte) e del prof. Amedeo Palmieri (chitarra).

Di seguito i nomi degli studenti partecipanti, e dei referenti, suddivisi per rappresentative:

Convitto “P. Galluppi” (Ed. Carlo ASTORINO): AIELLO Vittorio Pio, BOLOGNINO Carlo, BORGESI Francesco, CICCIU' Francesco, COLOSIMO Vincenzo, MESCHINO Vincenzo Joe, MILETTA Alex, MILONE Antonio Pio, NICOLAZZO Emilio, OLLIO Bruno, PASCUZZI Domenico, PROCOPIO Emanuele, SANTACROCE Matteo, SPINA Matteo.

I. P. S. S. E. O. A. (Ed. Paolo CUGLIARI): BORELLI Michele, FAZIO Samuele, FRANZE' Emanuele, FRATTO Francesco, GRAVINO Alex, IACOPINO Simone, IASSOGNA Paolo, IASSOGNA Pio, MALETTA Felice, MANICA Luigi, MASCARO Giuseppe, MAURO Giuseppe, MAZZA Francesco, PELAIA Giuseppe, PERRUCCIO Paolo, PULLANO Luigi, ROCCA Rodolfo, SATURNO Antonio, SCHIAFONE Giuseppe, VONA Giovanni.

I. T. A. "V. Emanuele II°" (Ed. Pasquale TROPEA): CORSI Luca, DARA Salvatore, DATTILO Giuseppe,DE NISI Alberto, FERRARO Matteo, GAROFALO Vittorio, GIAMPA' Andrea, IEMBO Maurizio, Giuseppe MANTIA, MARCHIO Francesco, PALMIERI Salvatore, PAONE Andrea, PROCOPIO Francesco, SCARFONE Luca, SCARFONE Salvatore, SCARFONE Simone,TALOTTA Mario, VOLPE Lorenzo.

I.T. S. T. "E. Scalfaro" (Prof. Pietro GUERRA): CACIA Stefano, CHIARELLA Lorenzo, COLICCHIA Giuseppe, D' AMICO Giovanni, DARA Luigi Antonio, EL EATAOUI Abdelali, ELIA Simone, FOSSELLA Antonio, GALLELLI Giuseppe Armando, GALLI Mirko, GRANATO Federico, GUERRA Giuseppe, IOZZI Salvatore, MASCIARI Thomas, MODONUTTI Piero, NOTO Ernesto, PERRI Serafino, PITERA' Gianluigi, SPAGNOLO Francesco, TOMAINO Marco, VARANO Domenico.

Vincenzo Lanciano era nato il 30 maggio 1989 a Soverato ed ha avuto un'infanzia non molto felice in quanto all'età di nove anni ha perso il papà ed è cresciuto , insieme al fratello minore, sotto le cure amorevoli, nella famiglia della zia paterna. Dopo aver frequentato le scuole primarie e secondaria di primo grado nel suo paese, Badolato, si era iscritto all'Istituto Tecnico Industriale Statale (I. T. I. S.), oggi I. T. S. T., “E. Scalfaro” di Catanzaro e, contemporaneamente, al Convitto Nazionale “P. Galluppi” per poter essere vicino al suo istituto scolastico ed evitare i disagi che, sarebbero inevitabilmente derivati, nel raggiungere la città di Catanzaro, quotidianamente da Badolato, dove risiedeva.
Al termine dell'anno scolastico 2007/2008, dopo cinque anni trascorsi in convitto con grande serietà correttezza e dedizione allo studio, ha conseguito il diploma di perito informatico e l'anno scolastico successivo si era iscritto alla facoltà di Ingegneria (ind. elettronico) dell'Università della Calabria.
Purtroppo il suo sogno di conseguire la laurea è stato interrotto drammaticamente la notte del 20 luglio 2014, alle ore 3.00, per un tragico gioco del destino, quando durante un giro in moto (lui che non amava proprio le moto!) insieme ad uno zio, durante una festa di piazza nel suo paese, è avvenuto il drammatico incidente. Vincenzo è deceduto sul colpo a cinque metri di distanza (!) dove anni prima aveva perso la vita il padre, mentre lo zio ancora porta i segni del tragico incidente.
Gli mancavano solo due esami per conseguire la laurea e l'Università della Calabria, durante la seduta di laurea del 6 maggio 2015, ha consegnato, nella commozione generale, alla famiglia, una pergamena quale attestato di merito, alla sua memoria, per gli studi compiuti presso l' ateneo cosentino e, purtroppo, non conclusi.
Ed. Carlo ASTORINO