Presentato il libro di Guido Giarelli, ''Per una sociologia del negativo nella società globalizzata''

Cultura e Spettacoli
Grafica
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

CATANZARO - E’ stato presentato il volume del professor Guido Giarelli,dal titolo “Per una sociologia del negativo nella società globalizzata ,edito Rubbettino, a Catanzaro, in via Scesa degli Eroi nella sede principale del Corso di Laurea di Sociologia. All’evento moderato dal professor

Cleto Corposanto nelle vesti di padrone di casa hanno preso parte, oltre che l’autore, i professori Andrea Porciello, Tiziana Iaquinta e Vincenzo Cesareo e lo psicoterapeuta Francesco Zurlo. “Ho scritto questo libro – afferma Giarelli - perché  avevo bisogno di rispondere ad una crisi di identità. Che ruolo ha la sociologia nell'era della globalizzazione? Si vive in una società dove l'elemento chiave  è che la persona è ridotta a capitale umano ed è un concetto economico” L’autore continua sostenendo “che la sociologia abbia qualcosa da dire ma deve ripensarsi e da qui nasce l'idea della sociologia del negativo. Questa nasce da una mappatura dei limiti della condizione umana. Siamo tutti vulnerabili ma non tutti sono fragili. La resilienza è la capacità di mantenersi se stessi nonostante tutto”. Molto pungente l’intervento del professor Cesareo secondo cui Giarelli attribuisce alla patologia uno status centrale, ma non nell’accezione tecnica, ma sociologica. L’autore va oltre le tipologie grezze della sofferenza e distingue una sofferenza ecologica, sociale, biopsichica ed esistenziale. “Un libro intrigante che pone dei problemi”, dichiara Cesareo. Secondo il professor Porciello è un volume sociologico fino ad un certo punto perché “sconfina” anche nella filosofia. Chiunque sperimenta la sofferenza in quanto essere umano e le nuove sofferenze sono la conseguenza proprio dell’agire dell’uomo contemporaneo.  Tiziana Iaquinta, pedagogista sostiene che bisognerebbe saper utilizzare la sofferenza. Giarelli porta in auge un qualcosa che la società odierna tende ad occultare. Lo psicoterapeuta Francesco Zurlo, infine, afferma che il libro del professor Giarelli possa rappresentare un’iniziazione per l’essere umano contemporaneo.

www.oggisud.it
Cronaca, Notizie, Inchieste, Sport, Spettacolo, Cultura, WebRadio
Tel.: 0961.1956531 Mobile: 391.4748524
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via de Gasperi, 11 88100 Catanzaro