Transparent
29
Mer, Gen
4 New Articles

Meravigliosa sorpresa natalizia di Gianni Morandi al compositore catanzarese Maurizio Scicchitano

Cultura e Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Una meravigliosa e grandissima sorpresa natalizia l’ha riservata il noto cantante Gianni Morandi all’autore e compositore Maurizio Scicchitano. Una telefonata inaspettata verso l’ora di pranzo che ha lasciato l’artista catanzarese entusiasta e molto felice. I due uniti da una solida e bella amicizia da molto tempo, risalgono infatti al 2008 il loro primi contatti, in un clima fraterno e sereno hanno dialogato a lungo su diverse questioni personali.

Maurizio ScicchitanoScicchitano, al lavoro per la realizzazione del suo nuovo album musicale, dopo il successo della compilation dal titolo “Regalando amore” pubblicata alla fine di marzo, aveva nei giorni scorsi fatto pervenire al famoso artista emiliano una sua inedita canzone, che mira ad essere un inno all’amore eterno: “Quando hai voglia di carezze”. Il calabrese avrebbe espresso a Gianni il desiderio che fosse proprio lui ad interpretare questo pezzo, confezionato in sintonia con il paroliere romano Avio Focolari nella classica e dolce melodia italiana. Ma Morandi, almeno per il momento, non vorrebbe incidere nuovi brani. Per lui tale opera vent’anni fa avrebbe riscosso un gradimento notevole, ma oggi modificatisi i gusti degli ascoltatori forse potrebbe non incontrare quei favori e decisi consensi che davvero merita.  Si è passati quindi a ricordare un’altra canzone rimasta a lui nel cuore e custodita da Scicchitano ancora nel cassetto, che affronta in modo poetico e romantico il tema sociale della disabilità: “Sono come un albero”. Inoltre, Morandi gli ha fatto sapere che lo ha seguito quando fu ospite nel programma “I fatti vostri” condotto da Giancarlo Magalli che fece allora un boom di audience e si è informato pure sulla canzone “Come puoi” incisa dal collega Massimo Ranieri, la prima al mondo dedicata ufficialmente a Papa Francesco. Parole di forte incoraggiamento, vicinanza e di immenso affetto, Gianni, ha infine riservato a Maurizio Scicchitano per la morte del suo papà Giuseppe di “Parkinson”, e poi non è mancato di prendersi teneramente cura della sua salute. Una favola dei giorni nostri che merita di essere raccontata e diffusa perché tutto passa, ma il bene autentico elargito durerà per sempre.