Transparent
26
Dom, Gen
3 New Articles

Cosenza: consegnato al giovane interprete Andrea Carpenzano il ''Premio Agis Anec-Calabria''

Cultura e Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

COSENZA  - Protagonista della XX edizione della rassegna “La Scuola a Cinema”. Ospite della manifestazione, al Cinema Citrigno, il protagonista de “Il campione”.

Andrea Carpenzano è uno degli attori più promettenti del panorama cinematografico italiano. Ha esordito sul grande schermo appena ventenne, conquistando il favore della critica grazie a Tutto quello che vuoi, commedia agrodolce dove vestiva i panni di un giovane turbolento ma di buon cuore accanto al grande Giuliano Montaldo. Reduce dall’esperienza televisiva di Immaturi – La serie, la consacrazione è arrivata con La terra dell'abbastanza un intenso dramma ambientato nella periferia romana: il suo Manolo, proprio come Alessandro nel lungometraggio precedente, ha affascinato grazie alla sensibilità che traspare anche nelle parole del suo interprete. Ora, al fianco di Stefano Accorsi, veste i panni di un goleador alla Ballottelli, talentuoso e viziato. Per metterlo in riga lo affidano a Valerio (Accorsi), un professore che lo farà studiare.

“Sono felice di ricevere questo premio – ha dichiarato Carpenzano sul palco del Cinema Citrigno – questo film è è dedicato soprattutto alla mia generazione. Noi ragazzi sembriamo annoiati e lenti ma dobbiamo solo prenderci il nostro tempo ed essere accompagnati da adulti in grado di comprenderci. Il pubblico dei ragazzi sembra aver apprezzato – e conclude – Non mi definisco un attore mi sono ritrovato per caso in questa avventura. Per ora, prendo tutto quello che viene con entusiasmo e voglia di fare. I personaggi che interpreto sono ragazzi come me. Magari sembrano indifferenti e svogliati ma in fondo, sono teneri e svelano una profonda umanità”.


Nella sala 1 del Cinema Citrigno di Cosenza, ieri, il gran finale dell'edizione 2019 de “La Scuola a Cinema”. Progetto che ha spento 20 candeline! Consegnate le targhe di partecipazione agli oltre venti istituti superiori della provincia di Cosenza e ai mille studenti che hanno partecipato all'iniziativa. A consegnarle: l'attore Andrea Carpenzano; il Presidente Anec Calabria, Giuseppe Citrigno;Giovanni Guagliardi, Agis Scuola e la responsabile del progetto, Giuliana Lanzillotta.

Inoltre, sono stati annunciati i vincitori della VI edizione del “Premio Salvatore Branda – Cinema & Creatività”:

Maria Cristina Caruso classe III G Liceo Scientifico “Scorza” di Cosenza, si aggiudica il primo premio con il componimento “Cosa vuoi che sia un film…Riflessioni di una giovane millenial”. Seconda classificata, Marica Rica classe I D Liceo Scientifico “Scorza” di Cosenza. Terzo classificato, Lorenzo Filicetti classe IV D Liceo Scientifico – Istituto Istruzione Superiore Castrolibero. Menzione speciale: Gabriel De Luca classe I E Liceo Scientifico “Scorza” di Cosenza. Alessandro Leale dell’IIS Catrolibero.

“Cinema e Creatività” è un progetto-pilota nato dalla rassegna “La scuola a cinema” ideato dalla Società CGC e promosso da Confindustria Cosenza sezione Agis /Anec Calabria.

Un'iniziativa a cui hanno aderito, durante l'anno scolastico, gli studenti delle ultime classi delle scuole secondarie superiori della provincia di Cosenza. Gli studenti che hanno partecipato, durante l'anno scolastico, hanno visionato “La melodie” di Rachid Hami. Nella prossima edizione i ragazzi dovranno visonare “Il campione” di Leonardo D'Agostini.

A premiare i vincitori: Giuseppe Citrigno, Presidente Anec Calabria; Rosario Branda, Segretario Delegazione Calabra AGIS; con loro, Giovanni Guagliardi dell'Agiscuola.

Inoltre, è stato consegnato da Confindustria Cosenza un riconoscimento al Presidente Giuseppe Citrigno una scultura in vetro del Maestro Pierluigi Morimanno “per i venti anni di impegno profuso nella diffusione della cultura cinematografica nelle scuole”.

“Anche quest'anno i lavori presentati dai ragazzi ci hanno piacevolmente sorpreso per la tecnica con cui sono stati realizzati e per il loro messaggio - afferma il segretario Branda – La melodie ha ispirato la loro fantasia, i ragazzi si sono soprattutto cimentati nell'arte figurativa. Il premio è un'iniziativa che ci sta particolaremente a cuore. I ragazzi ci sorprendono di anno in anno per la loro capacità di rielaborare temi di grande attualità– e aggiunge – incentivarli a credere in loro stessi e nelle loro potenzialità, questa la nostra mission”.

“Siamo lieti che il Premio Salvatore Branda abbia incontrato il favore degli insegnanti e degli studenti – spiega nel suo intervento Giuseppe Citrigno, Presidente Anec Calabria – ringrazio per il premio che Confindustria mi ha consegnato. Un riconoscimento che va a tutti i dirigenti, gli insegnati e alle migliaia di studenti che in questi venti anni hanno creduto nel progetto La Scuola a Cinema. Questo ci dà la forza di continuare e di promuovere il cinema tra le nuove generazioni”.