Panettiere e operaio denunciati per aver bruciato mobili vecchi nel forno del pane

Cronaca Calabria
Strumenti
Grafica
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

COSENZA - I fumi maleodoranti provenienti da un panificio sito in una contrada di Cosenza hanno innalzato dei sospetti nei militari del Nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale di Cosenza che, insieme ai Carabinieri Forestale, hanno

piazzato un controllo nel locale. Al loro arrivo i militari hanno riscontrato la presenza di un ingente quantitativo di rifiuti, composto da truciolati in legno, compensato in legno, mobili laccati e sedie, a margine della strada e una volta entrati nel panificio hanno individuato un dipendente che prelevava i rifiuti e li trasportava all'interno confermando che questi venivano usati per la combustione all'interno del forno. Rifiuti che, per la tipologia del forno a "cottura indiretta", non erano però a contatto con gli alimenti prodotti dall'attività.  L'ispezione inoltre ha accertato la presenza di una impastatrice contenente l'impasto di circa 200 Kg di farina negli stessi locali in cui erano presenti i rifiuti. Accertata la flagranza, la gestione, il deposito e lo smaltimento illecito di tali rifiuti, è scattato il sequestro del forno nonché la denuncia per il titolare e l’operaio. Per di più i due indagati dovranno rispondere anche di emissione di fumi provenienti dalla combustione dei rifiuti speciali senza alcuna autorizzazione e senza alcun metodo di filtraggio. L'ispezione inoltre accertato la presenza di una impastatrice contenente l'impasto di circa 200 Kg di farina negli stessi locali in cui erano presenti i rifiuti.

www.oggisud.it
Cronaca, Notizie, Inchieste, Sport, Spettacolo, Cultura, WebRadio
Tel.: 0961.1956531 Mobile: 391.4748524
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via de Gasperi, 11 88100 Catanzaro