Cosenza: controlli sul territorio, sette denunce

Cronaca Calabria
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

COSENZA - Sono 7 le persone denunciate dagli agenti della Questura di Cosenza in occasione di attività di controllo. Il personale in servizio alla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, diretta dal primo Dirigente Alfredo Cantafora, ha intensificato in tutta la provincia i controlli nei confronti delle attività di gioco-scommesse e dei soggetti detentori di autorizzazioni di Pubblica Sicurezza.

Il personale, supportato da altri uffici della Polizia di Stato e da personale dell’Ufficio Sanitario Provinciale della Polizia di Stato, ha fatto saltuari controlli durante le notti della movida cosentina, per verificare le prescrizioni alle quali i locali pubblici e aperti al pubblico devono attenersi.
I controlli hanno inoltre appurato la fondatezza delle lamentele della popolazione residente nel quartiere prospicente la chiesa di Santa Teresa, e in collaborazione con altri enti, si eseguono anche verifiche fonometriche accertando, costantemente nel tempo, il superamento della soglia di normale tollerabilità dei rumori provenienti da alcuni locali posti nella zona predetta, con conseguente violazione della norma del codice penale che tutela le occupazioni ed il riposo delle persone.
Sono, pertanto, varie le comunicazioni di notizia di reato trasmesse al Procuratore della Repubblica Mario Spagnuolo che ha coordinato tutte le attività d’indagine correlate, i cui esiti hanno sempre portato all’emissione di provvedimenti di condanna nei confronti degli autori i quali hanno, però, perseverato nella condotta illegale, determinando situazioni di danno non più sostenibili per i cittadini.
Il personale della Divisione, dall’inizio del 2018, ha conseguito i seguenti risultati: 7 denunce; 26 controlli amministrativi; controllo a 384 persone con porto d’armi; 106 dinieghi a porto di armi; 11 nulla osta per detenzione armi; 93 avvisi di diniego per detenzione di armi; 178 casi di rottamazione di armi confiscate; 1154 munizioni rottamate; 21 rilasci di rinnovo di armi; 17 rilasci di vendita e riparazione armi; 18 nullaosta per acquisto materiale esplodente; 2282 Passaporti rilasciati; 8 dinieghi per rilascio passaporti; 349 nulla osta di passaporti rilasciati ad altre Delegazioni Estere e Questure; 14 divieti di espatrio; 17 avvisi per avvio diniego rilascio passaporto; 53 richieste nulla osta Autorità Giudiziaria; 63 licenze rilasciate (Pubblica Sicurezza); 7 licenze denegate (Pubblica Sicurezza); 6 licenze sospese (Pubblica Sicurezza); 5 verbali a illeciti amministrativi; 26 verifiche/informazioni istituti di vigilanza/agenzie investigative.