Transparent
Cerca Icona Fb G Tw Yt Botton Gif Radio
Otticacenter 985 100

Condannato in Lombardia a 16 anni di carcere il “capo dei capi” della ‘Ndrangheta

Cronaca Italia
Strumenti
Grafica
(Tempo di lettura: 1 minuto)

MILANO - Il Tribunale di Milano ha condannato a 16 anni di carcere Rocco Barbaro, boss del narcotraffico tra Italia e Sudamerica, soprannominato ‘U sparitu’, perché rimasto latitante per quasi due anni prima di essere arrestato a Platì nel maggio 2017 e vero e proprio

“capo dei capi” della ‘nrangheta in Lombardia. Barbaro è stato riconosciuto responsabile di associazione mafiosa e di intestazione fittizia di beni perché a lui era riconducibile il Bar Vecchia Milano in corso Europa, a pochi passi dal Duomo, e che Rocco Barbaro, 53 anni, avrebbe acquistato attraverso lo schermo di prestanome. A seguito delle indagini condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Milano e coordinate dal pm Cecilia Vassena sono stati condannati anche Antonio Barbaro, nipote di Rocco, a 2 anni, Giuseppe Grillo a 3 anni e Fortunato Paonessa a 4 anni (era accusato di violenza privata).

www.oggisud.it
Avatar Oggisud User
Cronaca, Notizie, Inchieste, Sport, Spettacolo, Cultura, WebRadio
Tel.: 0961.1956531 Mobile: 391.4748524
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via de Gasperi, 11 88100 Catanzaro