fbpx
Transparent
Cerca Icona Fb G Tw Yt Botton Gif Radio
Otticacenter 985 100

(Tempo di lettura: 1 minuto)

MILANO - Il boss di 'ndrangheta Salvatore Barbaro si è costituito poco prima delle 13 di oggi ai carabinieri del Nucleo operativo di Milano. Secondo quanto si è appreso, Barbaro, condannato in via definitiva a 9 anni per associazione mafiosa e bancarotta fraudolenta nel processo 'Cerberus',

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

TORINO - Le società legate al marchio sono state sequestrate nell'ambito dell'Operazione Avatar condotta dai carabinieri del comando provinciale di Torino, insieme ai colleghi di Cosenza, Milano e Vercelli. L'inchiesta ha portato all'arresto di sei imprenditori torinesi.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

VIAREGGIO - La procura generale di Firenze ha chiesto questa condanna per Mauro Moretti, sia come AD di Rfi sia come AD di Fs (per questa parte fu assolto in primo grado dove fu condannato a 7 anni) in relazione al tremendo incidente ferroviario del 2009 che causò 32 morti. Sono stati chiesti inoltre 14 anni e 6 mesi per Michele Mario Elia (ex AD di Rfi) e 7 anni e 6 mesi per Vincenzo Soprano (ex AD di Trenitalia). Le richieste considerano 6 mesi di taglio per la prescrizione di alcuni reati.

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

REGGIO EMILIA – Sono i figli di Francesco Amato, il boss condannato a più di 19 anni di carcere nel maxi processo “Aemilia” contro la ‘ndrangheta del nord Italia, i tre fermati di ieri mattina a Reggio Emilia. Mario, Cosimo e Michele Amato sono ritenuti responsabili dell’escalation di violenza delle ultime due settimana nel capoluogo padano, degli incendi e delle minacce perpetrate nei confronti di alcune pizzerie della zona. 

(Tempo di lettura: 1 minuto)

MILANO - Ha del miracoloso il salvataggio di una bambina di tre anni, precipitata dal quarto piano di un palazzo in via Ornato, alla periferia del capoluogo lombardo. La piccola è stata presa dalla sorellina di 13 anni che si trovava nel cortile e, in questo modo, non ha avuto gravi conseguenze tanto che, ricoverata all'ospedale Niguarda, non è in pericolo di vita.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

ROMA - È stato realizzato all'Ospedale San Camillo di Roma l'intervento nei confronti del paziente affetto da progeria, una rarissima sindrome che causa invecchiamento molto precoce. Sammy Basso, che grazie all'associazione da lui fondata ha fatto conoscere al mondo questa malattia, "è stato operato una settimana fa, verrà dimesso domani ed è in condizioni eccellenti". A spiegarlo è stato oggi in conferenza stampa il professor Francesco Musumeci, direttore dell'UOC di Cardiochirurgia, che ha guidato l'equipe multidisciplinare.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

BRESCIA - È successo a una donna della provincia di Brescia che dal posto di lavoro (era segretaria part time in uno studio medico) si collegava frequentemente a Facebook. La Cassazione ha infatti reso definitivo il licenziamento disciplinare, confermando la decisione della Corte d'appello che aveva ritenuto la gravità del comportamento in "contrasto con l'etica comune", tanto da incrinare il rapporto di fiducia.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

MILANO - La catena di pizzerie partenopea ha annunciato l'apertura di una inchiesta interna dopo che è diventato virale un video in cui un dipendente spruzza deodorante su alcuni colleghi stranieri con commenti del tipo "non ce l'avete questo a casa? E perché non ve lo mettete?" e si sente una voce fuoricampo che parla di "disinfestazione".

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

ROMA - Il decreto è stato eseguito dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma. Dalle indagini è emersa una sproporzione tra le ricchezze possedute da alcuni componenti delle due famiglie e i redditi dichiarati. Il decreto di confisca del Tribunale è stato emesso confronti di Abramo Di Guglielmi, alias "Marcello Casamonica", della sorella Giulia e del marito di quest'ultima, Romolo Cerello, appartenenti alla famiglia Casamonica-Guglielmi.

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

PALERMO - La Dda di Palermo ha emesso un decreto di fermo nei confronti di sette persone accusate di far parte della ricostituita Commissione di Cosa nostra. Il progetto di ridare vita alla Cupola era stato scoperto a dicembre e aveva portato al fermo di 47 tra boss e gregari. Tra i fermati di oggi ci sono due personaggi con cognomi noti: Leandro Greco, nipote del "papa" di Cosa Nostra Michele Greco e Calogero Lo Piccolo, figlio del boss ergastolano Salvatore Lo Piccolo: entrambi avrebbero partecipato alle riunioni della Commissione provinciale.

Altri articoli...