Transparent
06
Ven, Dic
28 New Articles

COQUIO TREVISAGO (VA) - Una maestra di asilo nido di Coquio Trevisago è stata sospesa dalla professione per sei mesi dal gip con l'accusa di aver maltrattato bambini di età compresa tra pochi mesi e due anni. La donna, a quanto emerso da un'indagine dei carabinieri, urlava ed offendeva i piccoli e in alcune occasioni li avrebbe schiaffeggiati e lasciati da soli in preda a crisi di pianto. A far scattare le indagini i genitori di un bimbo che aveva avuto incubi notturni e mostrava difficoltà relazionali.

ROMA - I carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno trovato 31 grammi di cocaina nell'auto di Paolo Pirino, il pregiudicato arrestato per concorso nell'omicidio a Roma del personal trainer. Il ritrovamento è avvenuto nel corso di accertamenti irripetibili disposti dalla Procura. La droga, divisa in bustine, era nascosta nel passaruota anteriore destro dell'auto.

ENNA - Volevano costituire un movimento d'ispirazione apertamente filonazista, xenofoba ed antisemita denominato "Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori". É quanto emerso dalle indagini della Digos di Enna e del Servizio Antiterrorismo Interno che hanno portato oggi a 19 perquisizioni in tutta Italia nei confronti di altrettanti estremisti di destra. Sempre secondo le indagini, alcuni degli accusati avevano anche fatto riferimento ad una disponibilità di armi ed esplosivi e avevano condotto attività di reclutamento attraverso i propri account social.

FIORENZUOLA D'ARDA (PC) -  Minacce di voti al di sotto della sufficienza e perfino di bocciatura agli studenti che avessero deciso di scendere in piazza con le "sardine" domenica 24 in concomitanza con una visita di Matteo Salvini. Le avrebbe rivolte ai suoi alunni un docente di un istituto superiore di Fiorenzuola d'Arda dalla sua pagina Facebook. "Di idioti in classe non ne voglio", avrebbe scritto. Un post segnalato e denunciato dalla vice-ministra dell'Istruzione Anna Ascani e dal quale la dirigenza dell'istituto ha subito preso le distanze.

FERRARA - Il 22enne avrebbe massacrato a pugni la nonna 71enne dal sedile passeggero mentre questa era alla guida dell'auto. L'omicidio sarebbe avvenuto, secondo le prime ipotesi, per questioni di soldi. Lo riporta la stampa locale. Bloccato da automobilisti e da un carabiniere fuori servizio, il giovane è stato interrogato a lungo durante la notte e si è avvalso della facoltà di non rispondere. È in stato di arresto per omicidio volontario

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (ME) - L'esplosione si è verificata in un deposito di fuochi d'artificio e polveri piriche a Barcellona Pozzo di Gotto, in località Cavalieri. Sul posto sono arrivate diverse squadre dei vigili del fuoco. Il tragico bilancio è di quattro morti. Tra le vittime c'è Venera Mazzeo, 71 anni, la moglie del titolare.

BOLOGNA - Una donna e un uomo sono stati feriti su un treno partito da Torino e diretto a Roma. L'aggressore, un operatore della ditta esterna che effettua servizi di pulizie a bordo dei Frecciarossa, è stato bloccato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione sotterranea di Bologna, grazie anche alla collaborazione di alcuni viaggiatori. La donna, che invece è una dipendente della ditta esterna che effettua i servizi di ristorazione sui treni dell'Alta velocità, è stata portata via intubata ed è in prognosi riservata.

TORINO - La Casa dell'Affido del Comune di Torino, insieme al Tribunale dei minori, valuterà le richieste di affido e adozione che, in queste ore, stanno arrivando da ogni parte d'Italia per  Giovannino, il bimbo di appena quattro mesi affetto da una rarissima e al momento incurabile patologia della pelle, la Ittiosi Arlecchino, abbandonato dai genitori all'ospedale Sant'Anna di Torino.

QUARGNENTO (AL) - L'esplosione è avvenuta nella notte in una cascina a Quargnento, in provincia di AlessandriaMatteo Gastaldo (46 anni), Marco Triches (38) e Antonino Candido (32). Feriti altri due loro colleghi e un carabiniere che per fortuna, come ha riferito il portavoce dei pompieri Luca Cari, "non sono gravi". Si indaga du presunti dissidi familiari ma è esclusa la matrice terroristica-eversiva.

SANT'AGATA DI MILITELLO (ME) - La notizia, pubblicata stamane dalla Gazzetta del Sud di Messina, è stata poi confermata in ambienti ecclesiastici. La suora 34enne, che si è recata presso l'ospedale di Sant'Agata di Militello, era ospite di un convento di un piccolo comune dei Nebrodi. Nessuna dichiarazione ufficiale da parte dell'ordine religioso al quale appartiene, che ha preferito trasferire la suora a Palermo.

Altri articoli...