fbpx
Transparent
Cerca Icona Fb Yt Botton Gif Radio
Otticacenter 985 100

(Tempo di lettura: 1 minuto)

VERONA - Momenti di panico su una delle linee urbane di Atv: un cittadino dello Sri Lanka è salito a bordo ed ha cominciato subito a minacciare gli altri passeggeri, mostrando un borsa a tracolla, con frasi sconnesse in varie lingue ha fatto intendere che all'interno era presente una bomba, così ha bloccato così la marcia del mezzo.

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

REGGIO CALABRIA - Scarpe, vestiti, cellulari e altre regalie ma anche denaro o addirittura semplici passaggi in auto, divertimenti serali, cibo e bevande: il tutto in cambio di rapporti sessuali con minorenni. È questo lo spaccata che esce fuori da un’indagine svolta dai

(Tempo di lettura: 1 minuto)

MARSALA - Per violenza sessuale su minore, il Tribunale di Marsala ha condannato a un anno e 10 mesi di carcere, con pena sospesa, l'anziano prete Nicolò Genna di 76 anni, per circa quarant'anni parroco della chiesa di contrada Addolorata. Secondo l'accusa, padre Genna avrebbe tentato di abusare sessualmente di un minore originario del Gambia.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

MOLA DI BARI (BA - L'abitudine di rovistare nei cestini della carta per controllare i "gratta e vinci" buttati dagli altri giocatori, ha portato fortuna a un ex pescatore disoccupato di 50 anni che a Mola di Bari ha trovato nella spazzatura di un bar di una stazione di servizio un biglietto della lotteria istantanea con una vincita da 100mila euro.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

ROMA - La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per otto carabinieri, tra cui alcuni ufficiali, nell'ambito dell'inchiesta sui depistaggi che seguirono alla morte di Stefano Cucchi. Sollecitato il processo tra gli altri per il generale Alessandro Casarsa, all'epoca dei fatti capo del Gruppo Roma, e per il colonnello Lorenzo Sabatino, già capo del Nucleo operativo di Roma. I reati contestati, a seconda delle posizioni, sono di falso, omessa denuncia, favoreggiamento e calunnia.

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

FERRARA - "Quando saremo grandi faremo riaprire Auschwitz e vi ficcheremo tutti nei forni". Sarebbe questa la frase "choc" che alcuni ragazzini di una scuola media di Ferrara avrebbero rivolto a un compagno prendendolo per il collo negli spogliatoi della palestra. A riportare l'episodio è stato il Resto del Carlino con la testimonianza della rappresentante di classe e madre di una alunna della scuola, anche lei di origine ebraica e nipote di sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti, e della dirigente scolastica.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

PALERMO - L'organizzazione criminale aveva attivato una maxioperazione al fine di truffare le assicurazioni del capoluogo siciliano con falsi incidenti, arrivando perfino a gravissimi danni fisici come mutilazione degli arti e fratture a vittime compiacenti. Tra queste anche un morto di nazionalità tunisina.

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

MILANO - Il 46enne Enzo Anghinelli, con diversi precedenti per droga, è stato ferito in un agguato con colpi di arma da fuoco esplosi da due persone a bordo di uno scooter. Il tutto è accaduto in via Cadore 48. Al momento l'uomo è ricoverato in condizioni gravi al Policlinico ma sembra non abbia mai perso conoscenza. 

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

LADISPOLI (RM) - È finito con l'arresto del padre, un romeno incensurato di 38 anni, proprietario di una piccola ditta di autotrasporti e spesso ubriaco, l'incubo del ragazzo di Ladispoli, vicino a Roma, che ai carabinieri ha detto di essere già stato in passato vittima della violenza del genitore.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

ZAGAROLO (RM) - Un pullman con a bordo dei bambini è rimasto coinvolto nell'incidente stradale sull'autostrada in direzione sud, all'altezza del comune di Zagarolo vicino Roma. Al momento risultano 6 feriti, tra cui alcuni bambini, che non sarebbero in gravi condizioni. Sul posto vigili del fuoco, 118 e polizia stradale. Dalle prime informazioni, sembra che sul pullman ci fossero bambini francesi di circa 10 anni, diretti in gita a Napoli. Nell'incidente sono stati coinvolti anche un camion e un'auto. Da chiarire la dinamica.

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

TORINO - "Ho scelto di uccidere questo giovane perché si presentava con aria felice. E io non sopportavo la sua felicità". È la confessione choc di Said Machaouat, il 27enne reo confesso dell'omicidio di Stefano Leo. A riferire la frase è il procuratore vicario di Torino, Paolo Borgna.

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

''Ho il diritto di vestirmi come mi pare, di mettere un gonna un pò più corta, una maglietta scollata. Ho il diritto di ballare se la musica mi piace, di bere un bicchiere in più e rimanere contenuta nella mia danza. Ho il diritto di ridere, di divertirmi, di immaginare la mia vita e il mio futuro.

Altri articoli...