fbpx
Transparent
Cerca Icona Fb G Tw Yt Botton Gif Radio
Otticacenter 985 100

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

COSENZA - La Guardia di finanza di Cosenza, oltre all’operazione sugli appalti al Comune di Cosenza, ha eseguito, contemporaneamente anche un sequestro per equivalente, emesso dal Gip su richiesta della Procura, e per quasi tre milioni di euro, nei confronti di quattro società ritenute responsabili di aver realizzato una frode fiscale milionaria attraverso l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

COSENZA - Dalle prime ore dell’alba i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza, nell’ambito di due diverse indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Cosenza, stanno eseguendo delle misure cautelari reali e personali.
La prima attività sta interessando i cd appalti “spezzatino” del comune di Cosenza.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

SOVERATO - Squadra vigili del fuoco del distaccamento di Soverato è intervenuta ieri sera  alle ore 21.20 sulla Via Panoramica nel comune di Soverato per un incidente stradale. Ad essere coinvolta nell'incidente una Fiat Punto che, per motivi in corso di accertamento, si è ribaltata sul ciglio della strada.

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

CATANZARO - "Uno dei boss della mafia calabrese, appartenente al clan Serraino, voleva uccidere suo figlio perche' era omosessuale e per fare questo si rivolse a Pasquale Latella, altro boss della 'Ndrangheta, pregandolo di organizzargli l'omicidio perche' lui 'non aveva il coraggio'". La vicenda, e' scritto in una nota, "e' stata rivelata da Antonino Cuzzola, killer della 'Ndrangheta, che apprese della vicenda direttamente dal Latella per il quale 'realizzavo omicidi su commissione'" nel corso di una intervista

(Tempo di lettura: 1 minuto)

LAMEZIA - “Negli ultimi anni la Calabria è stata duramente colpita da eventi alluvionali. La mancata manutenzione e la scarsa pulizia degli alvei ha causato diversi straripamenti. Urge intervenire con azioni concrete per mettere in sicurezza il territorio e tutelare i cittadini”.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

CROTONE - Ha picchiato la moglie e successivamente ha anche tentato di abusarne sessualmente. L'episodio è accaduto a Crotone dove un operaio cinquantenne è stato arrestato dai carabinieri della locale Compagnia con l'accusa di di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. I militari sono intervenuti a seguito di una segnalazione

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

REGGIO CALABRIA - Dalle stragi di Capaci a via D'Amelio, agli attacchi contro i carabinieri in Calabria culminati con il duplice omicidio del 18 gennaio del 1994 sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria dei carabinieri Antonio Fava e Giuseppe Garofalo ed i tentati omicidi dei carabinieri Vincenzo Pasqua, Silvio Ricciardo, Bartolomeo Musico' e Salvatore Serra,eseguiti da due giovanissimi killer della cosca di 'ndrangheta dei Lo Giudice', Giuseppe Calabro e Consolato Villani. E' il quadro ricostruito dalla Dda

(Tempo di lettura: 1 minuto)

GIOIA TAURO 13/10 - Ventotto chilogrammi di cocaina purissima, suddivisi in 25 panetti, del valore di 5 milioni e seicentomila euro, sono stati sequestrati nel porto di Gioia Tauro dagli uomini della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Reggio Calabria e dell'Agenzia delle Dogane, coordinati dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

VIBO VALENTIA 13/10 - Questi i risultati conseguiti all’esito dei controlli svolti dalle Fiamme Gialle vibonesi nell’ambito di uno specifico dispositivo operativo predisposto dal Comando Provinciale di Vibo Valentia per il contrasto dei fenomeni della contraffazione, dell’abusivismo commerciale, delle violazioni in materia di sicurezza dei prodotti e tutela del “Made in  Italy”.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

CATANZARO 13/10 - Vigili del Fuoco della sede centrale sono intervenuti questa notte alle ore 02.30 circa nel quartiere Aranceto di Catanzaro per incendio autovettura. Ad essere interessata dalle fiamme una Hyundai Atos, parcheggiata in Via Salemi, di proprietà del Sig. M. S. di anni 74.

(Tempo di lettura: 1 minuto)

Catanzaro, 04 OTT - Sono stati rinviati a giudizio i quattro medici del Policlinico universitario di Catanzaro accusati di omicidio colposo in seguito alla morte, avvenuta il 9 maggio 2014, del signor Antonio Occhionorelli. Lo ha stabilito il gup di Catanzaro Claudio Paris che ha fissato la data dell'inizio del processo al 18 dicembre prossimo a carico del professor Pasquale Mastroroberto, cardiochirurgo del Policlinico, e di Luigi Irrera, Pasquale Napoli e Giuseppina Mascaro, medici cardiologi in servizio nel reparto Utic.

Altri articoli...

Banner Lungo Tiramisu