fbpx
Transparent
Cerca Icona Fb G Tw Yt Botton Gif Radio
Otticacenter 985 100

Minacce al Sindaco di Cinquefrondi: croci disegnate all'esterno dell'abitazione

Cronaca Calabria
Strumenti
Grafica
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

REGGIO CALABRIA - Prima hanno forzato una finestra della casa di campagna e poi, una volta dentro, danneggiato alcuni mobili e disegnato sul muro esterno dell’abitazione alcune croci con a fianco le sue iniziali.

Ad essere minacciato è stato un altro sindaco calabrese, Michele Conia, primo cittadino di Cinquefrondi. Il fatto è stato denunciato ai carabinieri che hanno avviato le indagini per identificare i responsabili.

Solidarietà è stata espressa dal gruppo consiliare Rinascita Per Cinquefrondi che ha inoltre condannato il gesto. I consiglieri hanno definito l’accaduto “vigliacco” e che offende “il vivere civile della nostra comunità sulla quale ormai da tempo stiamo lavorando per ripulirne l’immagine e garantire nella trasparenza amministrativa la massima coesione aldilà delle appartenenze politiche”.
Sembra invece sereno il primo cittadino che dal suo profilo social pare, apparentemente, voler sminuire l’accaduto: “Non è successo niente!” afferma perentorio spiegando di aver trascorso la notte a riflettere e di essere poi arrivato alla conclusione che “tanto - dice - continuerò a fare tutto come prima, perché chi compie questi atti non può pensare di ottenere qualcosa nemmeno per un secondo, non è successo niente perché chi agisce di nascosto è il niente”.

“Non è successo niente – aggiunge Conia - perché ho sentito il calore e la vicinanza di tanti amici veri, perché ho visto tante e tanti cittadini della mia comunità immediatamente e pubblicamente reagire così come anche tante associazioni, non è successo niente perché ho sentito e sento con me donne e uomini da tutte le parti d'Italia, non è successo niente perché anche i miei oppositori (Cascarano e Galimi) mi hanno subito fatto sentire la loro vicinanza, non è successo niente perché subito le forze dell'ordine mi hanno incoraggiato e sono stati vicini a me e alla mia famiglia, non è successo niente perché al mio fianco ho sorelle e fratelli veri ed oggi noi torneremo a camminare alla luce del sole e a testa alta mentre voi continuerete a nascondervi codardamente perché voi siete il niente”.

www.oggisud.it
Avatar Oggisud User
Cronaca, Notizie, Inchieste, Sport, Spettacolo, Cultura, WebRadio
Tel.: 0961.1956531 Mobile: 391.4748524
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via de Gasperi, 11 88100 Catanzaro

Banner Lungo Tiramisu