Lungomare di Catanzaro: si lavora per tornare alla normalità dopo la tromba d'aria

Cronaca Calabria
Strumenti
Grafica

CATANZARO - Cerca di rialzarsi il quartiere Lido dopo la bufera della scorsa notte, che ha spazzato via uno stabilimento balneare e compromessi altri tre. Volontari e Vigili del Fuoco sono all’opera da stamattina per far si che torni la normalità il prima possibile sul lungomare marinaro, dove insistono rami spezzati, resti di legno, alluminio e ferro. Colpite anche le auto parcheggiate, vetrine di negozi e abitazioni.

Sul posto ci sono anche i tecnici del Comune e gli assessori competenti, nonché Polizia locale e operatori della ditta di gestione del verde pubblico che stanno intervenendo per mettere in sicurezza alcuni arbusti pericolanti. Gli addetti della Sieco sono intervenuti per pulire e bonificare le zone su cui si sono depositati i materiali divelti dal forte vento. Il lido Sirena è stato quello maggiormente colpito. Nonostante gli ombrelloni siano rimasti piantati al loro posto, la struttura è stata riversata sulla strada e non esiste più. “Il lido è distrutto e per fortuna non ci sono stati feriti e morti", afferma Gregorio Fiozzo, responsabile dello stabilimento. Era una struttura in ferro e metallo a differenza degli altri lidi realizzati in legno e si pensa di salvare quanto possibile, pensando all'estate prossima, perché questa stagione, per molti operatori, è ormai chiusa. “Stiamo cercando di recuperare gli oggetti e l’attrezzatura ancora intatta e funzionante – conclude Fiozzo - utili per la prossima stagione”.