Transparent
11
Mer, Dic
22 New Articles

ʼNdrangheta, operazione ''Giardini segreti'': trovate 26mila piante marijuana [Tutti i nomi]

(foto repertorio)

Cronaca Calabria
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sgominata un'associazione per delinquere dedita al narcotraffico gestita da Emanuele Mancuso, figlio di uno dei capi dell'omonima cosca di 'ndrangheta di Limbadi Pantaleone. Otto persone sono finite in carcere, nove ai domiciliari e per una è scattato l'obbligo di dimora.

Tre piantagioni, per un totale di 26mila piante di marijuana, sono state scoperte dalla polizia di Stato nel corso delle indagini che hanno portato all'operazione "Giardini segreti". Sul mercato avrebbero fruttato circa 20 milioni di euro. Le indagini scaturite dal sequestro, avvenuto a Nicotera, Joppolo e Capistrano, hanno evidenziato la capacità dell'organizzazione di provvedere a tutte le fasi del ciclo di produzione. Diciotto gli arresti.

I nomi egli indagati:

Oltre al promotore Emanuele Mancuso (figlio del boss Pantaleone Mancuso, detto “l’Ingegnere”), 30 anni, di Nicotera, risultano infatti indagati (fra arrestati e persone a piede libero):

Giuseppe De Certo, 25 anni, di Nicotera; Giovanni Battaglia, 32 anni, di Nicotera; Valentin Stratulat, 30 anni, romeno, residente a Nicotera; Carlo Chimirri, 60 anni, di Capistrano; Giacomo Chirico, 21 anni, di Maierato; Nensy Vera Chimirri, 26 anni, di Nicotera; Cesare Costa, 37 anni, di Nicotera; Francesco Costa, 34 anni, di Nicotera;Antonio Curello, 21 anni, di Vibo Valentia; Giuseppe De Certo, 25 anni, di Nicotera;Maria Ludovica Di Stilo, 23 anni, di Vibo; Salvatore Ferraro, 22 anni, nativo di Palmi;Giuseppe Franzè, 31 anni, di Stefanaconi; William Gregorio, 23 anni, di San Ferdinando; Nicola Lo Russo, 39 anni, di Altamura; Giusy Milidoni, 21 anni, di Ionadi; Giuseppe Navarra, 27 anni, originario di Rombiolo, ma domiciliato a Joppolo;Francesco Nobili, 32 anni, di Viterbo; Francesco Oliveri, 32 anni, di Nicotera; Riccardo Papalia, 34 anni, di Nicotera; Bruno Russo, 27 anni, di Joppolo; Pantaleone Perfidio,31 anni, di Nicotera; Clemente Selvaggio, 23 anni, di Vibo Valentia; Giuseppe Olivieri,36 anni, di Nicotera (fratello di Francesco Olivieri); Mirco Fuchì, 25 anni, di Mandaradoni, frazione di Limbadi; Antonio Barbano, 54 anni, nativo di Genova; Fulvio Esposito, 51 anni, nativo di Genova; Silvio Biasol, 79 anni, di Trieste. Il reato di associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico viene contestato a 21 fra indagati ed arrestati. Si tratta di: Emanuele Mancuso, Giuseppe De Certo, Giovanni Battaglia, Valentin Stratulat, Carlo Chmirri, Nancy Chimirri, Cesare e Francesco Costa, Giuseppe Franzè, Francesco Nobili, Giuseppe Navarra, Francesco Olivieri, Giuseppe Olivieri, Riccardo Papalia, Bruno Russo, William Gregorio, Giusy Milidoni, Giacomo Chirico, Pantaleone Perfidio, Clemente Selvaggio, Antonio Barbano.