Freddato commerciante con sette colpi d’arma da fuoco

Cronaca Calabria
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

REGGIO CALABRIA - Carmelo Muià, 45enne commerciante di carni, è stato assassinato intorno alle undici di ieri sera mentre si trovava davanti alla sua abitazione di Siderno, in via Dromo.
L’uomo, pregiudicato e sorvegliato speciale oltre che ritenuto intraneo alla cosca locale dei Commisso, era stato coinvolto nell'operazione Crimine.


Muià è stato raggiunto da sette colpi di arma da fuoco, di cui uno lo ha attinto alla testa, due al torace e quattro alle spalle. Trasportato all’ospedale di Locri è deceduto subito dopo.
La vittima era stata condannata per mafia a 6 anni nel processo “Crimine” ed a 7 anni in primo grado nel processo “La Morsa sugli appalti”.
Sul posto sono intervenuti la polizia scientifica, il personale del commissariato di Siderno e della Squadra Mobile che stanno indagando a 360 gradi per ricostruire la dinamica dell’accaduto e tentare di risalire ai possibili responsabili. L’inchiesta è affidata alla Procura della Repubblica di Locri che sta lavorando in stretto raccordo con la Dda di Reggio Calabria.