Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

Giudicato e condannato in sua assenza, chiesta scarcerazione

Cronaca Calabria
Strumenti
Grafica

VIBO VALENTIA - La prima sezione penale della Cassazione, ha accolto il ricorso presentato dai legali dell'imprenditore Santo Sergio Currà, e ha quindi deciso per la scarcerazione del 51enne, titolare di un villaggio-camping-ristorante in contrada Trainiti di Vibo.

Il principio sui cui si basa la decisione della corte è quella relativa alla mancanza di notifica a Currà dell'estratto contumaciale. L’uomo è stato cioè giudicato e condannato mentre non era presente al processo. Per questo motivo la condanna non può diventare definitiva e l’ordine di esecuzione della pena deve essere annullato.

La Cassazione ha quindi ordinato alla Procura di Vibo Valentia l'immediata scarcerazione del 51enne che stava scontando un cumulo di pene di 7 anni e 4 mesi di reclusione per vari reati, quali evasione, ricettazione, furto, lesioni e violenza. La decisione crea dunque un precedente, e apre le porte a diversi casi del genere in tutta Italia.