Taurianova e Palmi, progetto ''Dialisi e Turismo in Calabria 2018''

Attualità Calabria
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

TAURIANOVA -  Sinergia tra i Comuni di Taurianova e di Palmi a sostegno del progetto sperimentale “Dialisi e Turismo in Calabria 2018”, in fase di attuazione presso i Centri per Dialisi Territoriali ricadenti nel territorio della provincia di Reggio Calabria.

In virtù del progetto approvato con Deliberazione del Direttore generale dell’Asp di Reggio Calabria, lo scorso 30 aprile, i due Centri Dialisi del Distretto Tirrenica, situati a Taurianova e a Palmi, potranno garantire la continuità del trattamento emodialitico “salvavita” a soggetti uremici cronici emodializzati turisti in Calabria. Le Amministrazioni comunali di Taurianova e di Palmi, guidate dai sindaci Fabio Scionti e Giuseppe Ranuccio, hanno accolto con grande entusiasmo il progetto “Dialisi e Turismo in Calabria” e si adopereranno al fine di sostenere tale lodevole iniziativa, attraverso la stipula di una convezione con l’Azienda Sanitaria Provinciale e l’accesso diretto ai finanziamenti messi a disposizione dalla Comunità Europea, nel quadro finanziario pluriennale 2014-2020, per lo sviluppo del turismo in Calabria. L’iniziativa progettuale dell’Asp, rivolta a una categoria di malati cronici in condizioni di disagio – che consentirà, in questa fase sperimentale, ai Centri Dialisi del Distretto Tirrenico di accogliere un numero massimo di venti pazienti uremici cronici emodializzati (n.10 a Taurianova e n.10 a Palmi), durante i tre mesi estivi –, oltre a caratterizzarsi per le finalità di utilità sociale, darà sostegno e sviluppo al turismo. I soggetti uremici cronici in trattamento terapeutico stabilizzato con emodialisi devono trascorrere circa quattro ore per tre volte la settimana in un Centro Dialisi, e possono quindi allontanarsi a lungo dalla propria dimora abituale solo quando vengono accolti presso uno di tali Centri, in modo che si possa loro garantire la terapia depurativa. Un plauso, dunque, dai sindaci Scionti e Ranuccio, ai Centri Dialisi delle rispettive città che, durante l’estate, implementeranno il loro già eccellente servizio.