Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

GDF Vibo Valentia: celebrata la solennita’ del patrono del Corpo ''San Matteo''

Attualità Calabria
Grafica

VIBO VALENTIA - Il 21 settembre la Chiesa festeggia San Matteo, apostolo ed Evangelista nonché patrono della Guardia di Finanza. In occasione di tale ricorrenza, ieri 20 settembre, presso il Duomo di San Leoluca, è stata officiata, da S.E. il vescovo della Diocesi di Mileto, Nicotera e Tropea – Mons. Luigi Renzo,

una Santa Messa a beneficio dei militari in servizio e congedo del Comando Provinciale di Vibo Valentia e del Reparto Operativo Aeronavale alla sede. La funzione religiosa a cui hanno preso parte il Prefetto di Vibo Valentia – Dott. Francesco Zito e tutte le altre personalità civili e militari che rappresentano i Corpi dello Stato operanti in provincia ha rappresentato un importante momento di riflessione per tutti gli intervenuti sia per i contenuti dell’omelia tenuta dal Vescovo che per gli spunti offerti, al termine della celebrazione, dal Comandante Provinciale – Col. Roberto Prosperi .

Nell’omelia il Vescovo, prendendo come riferimento le parole di Papa Francesco, si è soffermato in particolare sull’importanza per l’Economia di uno Stato di promuovere una crescita economica che giovi a tutti; Mons. Renzo ha così ringraziato i finanzieri per il servizio reso, in sinergia con le altre componenti dello Stato, per la delicatezza della missione di servire e proteggere i cittadini oltre che favorire uno sviluppo economico dignitoso e giusto, il tutto per garantire il rispetto e l’osservanza delle regole a vantaggio del bene comune ed a beneficio di tutti i cittadini, soprattutto i più vulnerabili.

Il Col. Prosperi, nel ringraziare il vescovo, le alte personalità civili e militari, le associazioni, il coro del Conservatorio di musica F. Torrefranca e tutti gli intervenuti, oltre a tratteggiare la figura di San Matteo Apostolo ed Evangelista raffrontandola con quella degli attuali finanzieri, ha rimarcato l’importanza della celebrazione della solennità di San Matteo come un momento spirituale che ci consente di riflettere su quelli che sono i compiti delle Fiamme Gialle ed il modo in cui bisogna adempierli, secondo il giuramento prestato e secondo le condotte stabilite dalla parola di Dio; fermi si nel fare rispettare le leggi, ma sempre rispettosi del cittadino e animati da alti sentimenti di umanità.