Transparent
Cerca Icona Fb Botton Gif Radio

Chiaravalle Centrale, la Biblioteca comunale verso la riapertura P

Attualità Calabria
Grafica

Proseguono a ritmo serrato le attività propedeutiche alla riapertura della Biblioteca comunale di Chiaravalle Centrale,

ospitata nelle sale del primo piano di Palazzo Staglianò. Grazie all'impegno e alla professionalità del personale adibito allo scopo, selezionato con un apposito bando del servizio civile, si sta procedendo già da alcuni mesi alla selezione e alla catalogazione del patrimonio librario esistente, in fase di digitalizzazione e messa in rete all'interno del Sistema bibliotecario regionale. Espunte dagli scaffali le serie dei testi scolastici: volumi datati e ormai privi di valore didattico. L'opera di pulizia in questi ultimi giorni ha riguardato anche alcuni carteggi depositati dagli uffici precedentemente ospitati a Palazzo Staglianò. Sotto la supervisione dei dirigenti comunali e della consigliera comunale alla Cultura, Pina Rizzo, si è proceduto al vaglio e al trasferimento del materiale in questione, liberando nuove sale che saranno anch'esse destinate al pubblico. Un'ala, in particolare, sarà dedicata esclusivamente alle letture per bambini. Da evidenziare il fatto che Palazzo Staglianò sta già ospitando numerose iniziative e, nelle intenzioni dell'amministrazione comunale, diventerà la location privilegiata per mostre d'arte e incontri di elevato livello culturale. “Lavoriamo alacremente per restituire alla città di Chiaravalle la sua biblioteca civica” il commento della consigliera Rizzo. “La biblioteca pubblica, via di accesso locale alla conoscenza, costituisce una condizione essenziale per l'apprendimento permanente, l'indipendenza nelle decisioni, lo sviluppo culturale dell'individuo e dei gruppi sociali”. Ispirandosi a questa frase, estratta dal relativo Manifesto Unesco, l'ingresso alle sale di consultazione verrà accompagnato da questo auspicio: “Che questa biblioteca sia luogo di conoscenza, di crescita, di incontro, di condivisione, di creatività, di partecipazione”.